“Lean System”. La Cfs del Liceo Filzi di Rovereto Mercoledì, 07 Marzo 2018

E’ nata dall’impegno e dalla volontà degli studenti della terza classe Lea del Liceo Filzi di Rovereto. “Lean System”: per vivere un’esperienza cooperativa concreta nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro.

Non è la loro prima esperienza cooperativa. Ma è come fosse la prima volta perché, costituire una Cooperativa Formativa Scolastica, rappresenta un punto di partenza di una esperienza destinata ad arricchire il proprio bagaglio umano e formativo.

Loro sono studentesse e studenti della classe terza Lea del Liceo Filzi di Rovereto. Hanno costituito la Cooperativa Formativa Scolastica “Lean System” e hanno eletto le cariche sociali che rimarranno in carica fino al prossimo settembre quando, l’avvio del nuovo anno scolastico, coinciderà con una nuova assemblea elettiva per rinnovare i ruoli di responsabilità all’interno della Cfs. “Per questa classe il tema della cooperazione non è nuovo – è stato ricordato. Negli anni passati, i giovani, erano stati impegnati in un percorso di educazione cooperativa. Inoltre, lo scorso gennaio, erano stati protagonisti di un paio di settimane di stage all’interno di imprese cooperative di Rovereto”.

Il Liceo Filzi promuove l’educazione cooperativa a scuola da molti anni e collabora con le cooperative del territorio per dare la possibile ai suoi studenti di vivere compiutamente l’alternanza scuola lavoro. Per farlo si avvale della consulenza del team dell’ufficio di educazione e cultura cooperativa della Federazione.

Nel prossimo triennio, i quattordici soci di “Lean System” collaboreranno con la cooperativa “Il Ponte” di Rovereto. Incarico: ideazione di un logo, di una immagine o di un motto che, la cooperativa sociale, potrà pubblicare su magliette o shopper creati all’interno dei suoi laboratori di serigrafia. Prodotti che potranno essere venduti durante le udienze generali e le assemblee di Istituto.

Obiettivo del progetto: “sensibilizzare al tema della disabilità e far conoscere  ai giovani le iniziative e le attività svolte sul territorio dalla cooperativa”.

“Il Ponte“ progetta ed eroga servizi alle persone con disabilità.Le caratteristiche dell’utenza variano a seconda dei servizi e dei progetti. La maggior parte delle persone che frequenta il centro diurno sono adulti con disabilità psicofisica.

L’attività viene effettuata nei centri socio educativi di Rovereto e di Ala. A questi si aggiungono servizi di sostegno scolastico e psicologia scolastica, un servizio psico-educativo per bambini, adolescenti e giovani adulti con disturbo dello spettro autistico, un progetto per l’inclusione lavorativa per adolescenti con disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, servizi per la gestione del tempo libero estivo.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • “Famiglia, impresa, futuro: indizi per farcela”.

    In calendario giovedì 19 settembre alle ore 18.30 al Muse di Trento.

  • Cooperazione Trentina e Fondazione Pezcoller da oggi più vicine

    La presidente della Cooperazione Trentina, Marina Mattarei, e il presidente della Fondazione Pezcoller, Enzo Galligioni, hanno firmato stamani una lettera di intenti che individua possibili campi di collaborazione nella formazione e comunicazione.

    Mattarei: condividiamo con la Fondazione le radici trentine e l’obiettivo di migliorare il benessere della comunità.

  • Federazione: chiusura ufficio agosto 2019

    Come anticipato nella circolare n°50-2019, gli uffici della Federazione resteranno chiusi dal 12 al 16 agosto 2019.

  • Segnana: "Cooperazione sociale, importante attore del sistema di welfare"

    I vertici della Federazione ospiti dell'assessore alla sanità Stefania Segnana per fare il punto su organizzazione e criticità.

  • Appalto pulizie Pat, in pericolo c’è un intero sistema economico e sociale

    Il consiglio di amministrazione della Federazione riunito a Roveré della Luna, ospite della cantina sociale, si è occupato anche dell’esito dell’appalto per i servizi di pulizia degli uffici della Provincia e di altri enti pubblici, dal quale sono rimaste escluse molte imprese locali.

    La presidente Marina Mattarei chiederà un incontro al presidente della giunta provinciale Fugatti. “Fatto così avvantaggia pochi e danneggia molti: dipendenti, imprese, utenti. Con una ulteriore aggravante, perché questa gara scardina la sostenibilità del nostro sistema di welfare e del tessuto economico del Trentino”.

    Il vicepresidente vicario (e presidente del consorzio Cla) Germano Preghenella: “di fatto le modalità della gara conducono ad una logica di massimo ribasso. E poiché i servizi sono ad altissima densità di lavoro (dall’80 al 90%), il rischio di sfruttamento dei lavoratori è alto”.

  • Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia Holding insieme per lo sviluppo della mobilità elettrica

    Il documento sottoscritto dai presidenti di Federazione e DEH ha come obiettivo la diffusione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici - auto, moto e bici - presso le cooperative trentine.

    Per le sue caratteristiche di sostenibilità ambientale e di innovazione, il progetto riveste un’importanza strategica per il nostro territorio, anche in chiave turistica. L’energia distribuita dalle colonnine (almeno 80) sarà prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

  • L'incontro del presidente del Senato Casellati con la cooperazione trentina

    In un clima di grande cordialità si è svolto ieri sera l'incontro del presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati con la cooperazione trentina alla cittadella del vino di Mezzocorona. Ad accoglierla la presidente Marina Mattarei, il presidente del Gruppo Mezzacorona Luca Rigotti ed i principali esponenti del movimento cooperativo trentino. Presenti anche i rappresentanti delle istituzioni, delle categorie economiche e sindacali e i presidenti delle principali centrali cooperative altoatesine.

    Casellati: “cooperazione, una storia emozionante che crea lavoro e ricchezza per la comunità”.

    Mattarei: "aumentare il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini nel progetto cooperativo".

  • Visita di studio del progetto europeo Sentinel

    Tra i partner dell’iniziativa c’è anche la Federazione Trentina della Cooperazione. Nel programma di incontri di due giorni una serie di realtà della cooperazione sociale e di imprese agricole della Carnia e del Cadore. La collaborazione tra pubblico e privato è fondamentale per evitare lo spopolamento dei territori marginali. L’esperienza di successo dell’Albergo diffuso

  • Con etika sulla Luna, per sostenere i diritti delle persone con disabilità

    Richiama l’allunaggio, di cui si celebra quest’anno il 50° anniversario, il video che parla dei diritti delle persone con disabilità promosso dalle cooperative sociali finanziate da etika, il progetto per l’energia della Cooperazione Trentina con Dolomiti Energia.

    Domani partirà anche la distribuzione di 180 mila volantini delle Famiglie Cooperative per informare e sensibilizzare sui risultati sociali dell’offerta economica, ecologica e solidale per luce e gas a cui hanno già aderito oltre 46 mila trentini.

    Per vedere il video

    Per avere più informazioni su etika clicca qui.

  • La legge provinciale di semplificazione e potenziamento della competitività e la legge sblocca cantieri

    Convegno di approfondimento sulla nuova disciplina in materia di contratti pubblici applicabile in provincia di Trento, organizzato dal Tavolo Appalti della Provincia autonoma di Trento. Appuntamento giovedì 18 luglio alla Sala della Cooperazione in via Segantini 10 a Trento.

Copyright 2017 - 2019 Cooperazione Trentina