“Lean System”. La Cfs del Liceo Filzi di Rovereto Mercoledì, 07 Marzo 2018

E’ nata dall’impegno e dalla volontà degli studenti della terza classe Lea del Liceo Filzi di Rovereto. “Lean System”: per vivere un’esperienza cooperativa concreta nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro.

Non è la loro prima esperienza cooperativa. Ma è come fosse la prima volta perché, costituire una Cooperativa Formativa Scolastica, rappresenta un punto di partenza di una esperienza destinata ad arricchire il proprio bagaglio umano e formativo.

Loro sono studentesse e studenti della classe terza Lea del Liceo Filzi di Rovereto. Hanno costituito la Cooperativa Formativa Scolastica “Lean System” e hanno eletto le cariche sociali che rimarranno in carica fino al prossimo settembre quando, l’avvio del nuovo anno scolastico, coinciderà con una nuova assemblea elettiva per rinnovare i ruoli di responsabilità all’interno della Cfs. “Per questa classe il tema della cooperazione non è nuovo – è stato ricordato. Negli anni passati, i giovani, erano stati impegnati in un percorso di educazione cooperativa. Inoltre, lo scorso gennaio, erano stati protagonisti di un paio di settimane di stage all’interno di imprese cooperative di Rovereto”.

Il Liceo Filzi promuove l’educazione cooperativa a scuola da molti anni e collabora con le cooperative del territorio per dare la possibile ai suoi studenti di vivere compiutamente l’alternanza scuola lavoro. Per farlo si avvale della consulenza del team dell’ufficio di educazione e cultura cooperativa della Federazione.

Nel prossimo triennio, i quattordici soci di “Lean System” collaboreranno con la cooperativa “Il Ponte” di Rovereto. Incarico: ideazione di un logo, di una immagine o di un motto che, la cooperativa sociale, potrà pubblicare su magliette o shopper creati all’interno dei suoi laboratori di serigrafia. Prodotti che potranno essere venduti durante le udienze generali e le assemblee di Istituto.

Obiettivo del progetto: “sensibilizzare al tema della disabilità e far conoscere  ai giovani le iniziative e le attività svolte sul territorio dalla cooperativa”.

“Il Ponte“ progetta ed eroga servizi alle persone con disabilità.Le caratteristiche dell’utenza variano a seconda dei servizi e dei progetti. La maggior parte delle persone che frequenta il centro diurno sono adulti con disabilità psicofisica.

L’attività viene effettuata nei centri socio educativi di Rovereto e di Ala. A questi si aggiungono servizi di sostegno scolastico e psicologia scolastica, un servizio psico-educativo per bambini, adolescenti e giovani adulti con disturbo dello spettro autistico, un progetto per l’inclusione lavorativa per adolescenti con disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, servizi per la gestione del tempo libero estivo.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • A Comano Terme conclusa la due giorni degli Stati Generali della Montagna

    All’evento finale ha partecipato la presidente della Cooperazione Trentina, Marina Mattarei.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo

    Le studentesse dell’Istituto Curie di Pergine hanno ricreato in classe il gioco della polenta, la corda, la mosca cieca, le bocce che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Presentato stamani il lavoro all’interno dell’Alzheimer Fest di Povo: “Una valida psicomotricità rallenta l’invecchiamento”.

  • Ponte Arche: “Confronti” sullo sviluppo della cooperazione

    “La produzione di energia e la cooperazione di comunità”.

  • Provincia e Cooperazione, gioco di squadra per il bene del Trentino

    Fare gioco di squadra per il bene del Trentino. Questo il messaggio che il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti ed il vicepresidente, Mario Tonina, presenti in sala anche gli assessori Giulia Zanotelli e Stefania Segnana, hanno lanciato oggi al’assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione.

  • Mattarei: la Cooperazione recuperi una visione unitaria

    Mattarei: “Ricomponiamo la funzione economica e sociale in una visione unitaria dove gli strumenti della rendicontazione sociale d’impresa, la formazione, la vigilanza e la revisione cooperativa abbiano un ruolo strategico”.

    Fugatti: “Provincia e Cooperazione assieme per disegnare il Trentino dei prossimi 5-10 anni”.

    Tonina: “Serve uno scatto d’orgoglio per proporci uniti come paradigma di sviluppo economico e sociale”.

    Nella parte riservata ai soci è stato approvato il bilancio, sono stati eletti tre consiglieri (Lorenzo Libera, Renzo Marchesi e Paolo Spagni) ed è stata approvata l’incorporazione di Piedicastello spa.

  • Premiate le classi del concorso “Custodi di parole”

    All’iniziativa hanno partecipato 15 scuole, dalle elementari alle superiori, con il coinvolgimento di oltre 520 ragazzi. Le parole tratte dalla Carta dei valori della Cooperazione Trentina sono state approfondite durante l’anno scolastico in tutte le loro sfaccettature. Stamani l’evento finale con la consegna dei riconoscimenti

  • Incontro con la Giunta provinciale, riconoscimento del ruolo strategico della Cooperazione

    Firmato un memorandum sulle priorità per il Trentino del futuro. Entro fine giugno arriverà un Protocollo d’intesa con le azioni.

    La presidente Mattarei: “Questo documento parte dall’esigenza di individuare nuovi obiettivi e azioni adottando il metodo del confronto. In questo modo riusciremo a focalizzare le risposte alle priorità di ciascun settore”.

    Il presidente Fugatti: “Un’organizzazione come la vostra, che riesce a garantire presenza e risposte nei paesi di montagna è una opportunità per il Trentino che dobbiamo riuscire a mantenere. Da parte nostra, dunque, c’è la volontà di collaborare con l’auspicio che il protocollo possa dare risposte importanti al Trentino”.

  • Cooperative di lavoro e servizi: crescono occupazione e fatturato

    È il settore più nuovo e dinamico della cooperazione. 148 imprese impegnate nei servizi, costruzioni, ambiente, ecologia. La produzione di 667 milioni cresce del 6,7%, e traina l’aumento dell’occupazione, con 445 nuovi addetti nel 2018 (+7,3%). I risultati sono migliori per le imprese più strutturate.

  • Presentati i progetti delle Cooperative Formative Scolastiche

    Sono 13 le classi degli istituti superiori della provincia di Trento che nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola lavoro hanno sperimentato nell’ultimo triennio esperienze di Cfs. 250 gli studenti coinvolti. Stamani l’evento finale con la consegna degli attestati

  • Giovani Cooperatori, al via il ciclo di ‘Confronti’ sullo sviluppo cooperativo

    Il primo appuntamento venerdì 24 maggio alle 20 presso la Federazione Allevatori, con il tema: ‘Viticoltura cooperativa’. Ingresso libero e aperto a tutti.

Copyright 2017 - 2019 Cooperazione Trentina